Creato il 20 Novembre 2019

Ascolto, confronto, collaborazione e condivisione di responsabilità: questo è lo scopo finale del processo partecipativo.

Il cuore delle azioni si svilupperà coinvolgendo la comunità dal prossimo ottobre attraverso la metodologia dell’“Innovation Camp”. Si tratta di un metodo nato in Finlandia ed adottato dalla Commissione Europea e dal Comitato delle Regioni (COR) per affrontare sfide sociali importanti, innovare le politiche pubbliche, sostenere le Strategie per la Specializzazione Intelligente nelle regioni europee.

In un Innovation Camp partecipano circa 40 persone rappresentative dei diversi portatori di interessi, distribuite in gruppi di lavoro. La durata è di 2-3 giorni ed è una immersione totale che ha tra gli obiettivi quelli di informare e formare i cittadini, ed anche i dipendenti comunali, sul nuovo strumento di partecipazione; approfondire aspetti positivi e negativi del regolamento “Referendum senza quorum”; innovare e sperimentare pratiche, strumenti, modalità di partecipazione allargata; radicare più capillarmente la cultura della partecipazione.

A conclusione del percorso partecipato, il procedimento amministrativo porterà alla modifica dello statuto dell’Ente con l'approvazione di un nuovo regolamento per l'istituzione del “Referendun senza quorum” da parte del consiglio comunale.